Zeppole

Zeppole

Zeppole

Si avvicina il 19 marzo e per augurare una buona festa a tutti i papa’ e a tutti coloro che si chiamano Giuseppe non possiamo non preparare le Zeppole, dolce tipico dell’Italia meridionale ormai noto in tutta Italia proprio per la sua irresistibile bontà. Già nel 1857, un famoso filologo scriveva: Napoli inventò le zeppole e tutta l’Italia se ne leccò le dita. Questo dolce di pasta choux si caratterizza per il contrasto di sapori: il dolce della crema pasticcera e il gusto acidulo dell’amarena, che non è solo decorativa. La versione tradizionale delle zeppole prevede la frittura dell’impasto anche se in realtà è sempre più diffusa la versione cotta in forno, meno calorica e più sana, noi proponiamo una versione che prevede il mix dei due metodi e garantisce la bontà delle zeppole fritte, limitando la quantità di olio assorbita dalle stesse.

Ingredienti per 30 zeppole :

½ litro di acqua

300 gr di farina 00

120 gr di margarina o burro

30 gr di zucchero

6 uova intere

Un pizzico di sale

Buccia grattugiata di arancia e limone

Procedimento. Versate l’acqua in una pentola unite il burro, lo zucchero, il sale e riscaldate fino ad arrivare a bollore. Versate in un’unica soluzione la farina setacciata con il lievito e cuocete a fuoco lento mescolando con forza fino a quando l’impasto non si staccherà dalle pareti della pentola. Mescolate ancora per un altro minuto e dopo togliete la pentola dal fuoco per raffreddare l’impasto. Aggiungete le uova una per volta fino a che l’uovo non sia completamente assorbito. Usate una spatola per questa operazione. Fate riposare l’impasto per un quarto d’ora. Prendete una sac a poche ed inseritevi l’impasto. Riscaldate il forno alla temperatura di 180°. Riscaldate la padella con l’olio di semi per friggere le zeppole. Disponete un foglio di carta da forno su di una teglia e formate dei cerchi di circa 4-5 cm di diametro con l’impasto ( io uso nella sac a poche la bocchetta riccia n°14). L’impasto risulterà abbastanza duro, colloso e cremoso. Infornate la teglia fino a quando le zeppole non saranno gonfie, ma senza farle dorare. Toglietele dal forno ed immergetele una per volta nell’olio caldo, ma non bollente; friggetele fino a quando non avranno un colore dorato da ambo i lati. Scolatele e lasciatele raffreddare. Decorate con crema pasticcera, una spolverata di zucchero a velo e ciliegine o meglio ancora  amarene fatte in casa.

Annunci

Messo il tag:, , ,

2 thoughts on “Zeppole

  1. Silva Avanzi Rigobello marzo 14, 2014 alle 2:17 pm Reply

    Ma cosa c’è di più buono al mondo?! Non è che dalle mie parti le zeppole siano così comuni, ma una volta che le hai provate… Si crea una sorta di dipendenza di cui è impossibile liberarsi!

    • wife marzo 14, 2014 alle 8:00 pm Reply

      E’ VERO !!! DA NOI IN QUESTO PERIODO SE NE MANGIANO DAVVERO MOLTE … MA COME FARE A RESISTERE ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: