Archivio mensile:giugno 2013

Turbante di cernia con crema allo zafferano e fiori di zucca

Immagine

Con la ricetta di oggi potete mettere alla prova la vostra abilità ai fornelli !!!

La preparazione di questo piatto è un po’ più complicata di quelle proposte fin’ora però il risultato è talmente prelibato che compenserà gli sforzi fatti.

Inoltre la cernia  ha un gusto molto saporito e diventa un pesce gradito anche a chi di solito preferisce pietanze a base di carne.

Vediamo quali sono gli ingredienti:

Filetti di cernia 400 gr
Melanzane 100 gr
Zucchine 150gr
1 piccolo peperone rosso
Patate bollite 200 gr
Pinoli 20 gr
Fiori di zucca 10
Uova 1
Farina 00 un cucchiaio
Cipolla rossa tritata 1
Zafferano una bustina
Olio evo 100 ml
Olio per friggere (meglio se evo )
Sale e pepe q.b

Preparate la caponatina di verdure. Soffriggete le verdure  tagliate a cubetti regolari di circa un cm. Soffriggete le verdure un tipo per volta, poi dopo averle cotte riunitele in una padella con un filo di olio, la cipolla rossa ed i pinoli e lasciatele cuocere per qualche altro minuto.

Preparate la crema di patate e zafferano: frullate le patate precedentemente lessate,sciogliete lo zafferano in un bicchiere di brodo caldo ed unite il tutto in una padella aggiungendo le patate poco alla volta fino ad ottenere una crema liscia  ma non troppo densa.

Tagliate i filetti di cernia per il lungo della grossezza di 3 cm. Condite i filetti con sale, pepe e timo. Arrotolateli tra di loro lasciando un buco al centro che verrà riempito con una caponatina di verdure.  Cuocete il turbante di cernia in forno caldo per 9 minuti alla temperatura di 170 gr.

Nel frattempo prendete un piatto e spalmate la crema allo zafferano sul fondo del piatto. Friggete i fiori di zucca con una pastella fatta di uova, farina ed acqua.

Adagiate il turbante sulla crema di zafferano aggiungete un filo di olio evo e decorate con i fiori di zucca fritti.

Annunci

Semifreddo ricotta e pere

Semifreddo ricotta e pere

Semifreddo ricotta e pere

Un antico proverbio  recita, non a caso, “Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere”.

Sembra che fin dal Medioevo l’abbinamento  tra pere e formaggio fosse sinonimo di raffinatezza e pare che i  nobili  non volessero condividere con le classi sociali più povere questa scoperta. In realtà su questo proverbio ci sarebbe molto altro da dire perché il formaggio è da sempre associato alla gastronomia povera, e consumato da pastori e contadini che non potevano permettersi la carne. Le pere invece erano considerate cibo da ricchi in quanto frutto delicato e facilmente deteriorabile spesso utilizzato come termine di paragone per il corpo femminile.

Ingredienti per 8 10 persone:
pan di spagna alle nocciole:
5 uova intere
80 gr di zucchero semolato
50 gr di farina 00
50 gr di nocciole tostate frullate
50gr di burro fuso tiepido non caldo

Per il ripieno :
400 gr di ricotta ( vaccina)
180 gr di panna fresca montata non zuccherata
1 baccello di vaniglia
200 gr di pere pennetta
50 di gr di zucchero
1/2 limone
3 gr di amido di mais

Per il pan di spagna: montate le uova con lo zucchero fino a che il composto triplichi il volume iniziale. Macinate le nocciole con la farina. Fate sciogliere il burro facendo attenzione a non “friggerlo”. Quando le  uova sono montate, aggiungete la farina con le nocciole e mescolatele facendo attenzione a non smontare l’impasto. Unite il burro a filo continuando a mescolare. Imburrate due teglie rotonde da 24 cm e distribuite il composto. Infornate per 10/13 minuti a 180 gradi.

Per la farcia di ricotta: montate la panna fresca ed unitela alla ricotta che avrete lavorato con
lo zucchero per qualche minuto con un frullatore.

Per le pere: sbucciatele,tagliatele a cubetti e aggiungetevi il succo di limone e lo zucchero. Cuocete  per qualche minuto fino a quando iniziano a perdere  il succo, a questo punto unite l’amido di mais.

Preparate ora le vs. tortine monoporzione: ricavate 16 piccoli dischi di pan di spagna, per un taglio più preciso potete utilizzare delle normalissime formine tonde,  adagiate su un piatto di portata il primo disco bagnandolo con il liquido delle pere, aggiungete la crema di ricotta e le pere. Chiudete la tortina con il secondo disco di pan di spagna bagnato anch’esso di succo e proseguite fino a realizzare 8 dolci monoporzione.

Ponete in freezer per due ore e dopo conservate la torta in frigo. Quando servite,  la torta deve essere morbida. Spolverizzatela con dello zucchero a velo e guarnitela a vostro piacimento con il resto delle nocciole o con delle pere sciroppate.

P.s. Evviva !!! Gli articoli del blog vengono pubblicati anche ogni venerdì in una rubbrica settimanale del Quotidiano della Basilicata ….  🙂

Il quotidiano della Basilicata

Il quotidiano della Basilicata

Tortino di baccalà con patate

Tortino di baccalà con patate

Tortino di baccalà con patate

Il baccalà è un ingrediente tipico della cucina popolare italiana e si puo’ preparare in mille modi, in questa ricetta è abbinato alle patate e agli aparagi che lo arricchiscono lasciando però inalterato il suo sapore.

Questo  tortino mono porzione è un simpatico antipasto dal profumo di mare, che può essere servito anche come secondo leggero. Prepariamolo insieme.

Mettete il baccalà in ammollo con acqua fredda per due giorni avendo cura di cambiare l’acqua alcune volte.

Sbiancate gli asparagi dopo averli spellati con un pela patate.

Raffreddateli subito in acqua fredda e teneteli da parte.

Riunite in una casseruola le patate pelate e tagliate a cubetti. Soffriggetele in olio e timo e, se necessario, unite un po’ di acqua e continuate a cuocerle.

Scolate il baccalà togliete la pelle e tagliatelo a pezzi non troppo grossi. In una casseruola fate rosolare la cipolla rossa con il baccalà per qualche minuto, bagnate con vino bianco e fatelo evaporare aggiungete il latte e fate cuocete fino alla riduzione dello stesso. Amalgamate il baccalà e le patate, aggiustate di sale e pepe e riempite gli stampini di alluminio precedentemente imburrati.

Cuocete in forno per venti minuti a circa 160°.

Tagliate i gambi degli asparagi e cuoceteli in olio con la cipolla e la panna fresca. Frullate il tutto. Componete il piatto versando la salsa di asparagi sul fondo e adagiandovi sopra il tortino.

Decorate con i pomodori il bordo del piatto e con le punte di asparagi la parte superiore del tortino

Tortino di baccalà con patate

Tortino di baccalà con patate