Archivio mensile:febbraio 2013

Double taste Valentine’s cake

Come al solito non siamo riusciti a pubblicare il post per tempo, ma perdonateci come blogger dobbiamo ancora fare tanta esperienza.

San Valentino è passato e il dolce preparato per partecipare al Valentine’s Day Dessert CONTEST lo abbiamo anche mangiato, e senza peccare di falsa modestia era davvero eccezionale !!!

Fragole e cioccolato … a chi non piace? sarà anche un abbinamento un po’ classico, ma per dirla in gergo sportivo, “squadra che vince non si cambia ” …

E poi si sa che, trattandosi di festa degli innamorati le endorfine del cioccolato non possono fare che  bene poichè diminuiscono la sensibilità al dolore e soprattutto stimolano le sensazioni di euforia!!!

Double taste Valentine's cake

Double taste Valentine’s cake

Passiamo a questo punto agli ingredienti della nostra Double taste Valentine’s cake che è realizzata con un sottilissimo strato di pan di spagna, uno strato di bavarese al cioccolato e per finire uno strato di mousse alle fragole.

Ingredienti per la bavarese al cioccolato

cioccolato fondente 70 gr                                                                                                          panna fresca liquida 200ml                                                                                                         rossi d’uovo 2                                                                                                                      zucchero 70 gr                                                                                                                            latte 125ml
colla di pesce 5 gr
1 baccello di vaniglia

Ingredienti per la mousse alle fragole
fragole 350 gr
zucchero 100 gr
panna 200 ml
colla di pesce 9 gr

Prepariamo la Bavarese al cioccolato
Mettete il latte in una pentola, aggiungete la bacca di vaniglia e portatelo alla temperatura di 85°, in una coppa sbattete le uova con lo zucchero e versateci il latte un po’ per volta, sempre mescolando, riportatelo sul fuoco, portatelo ad ebollizione e spegnete i fornelli.
In una ciotola con acqua fredda mettete a bagno la gelatina, dopo 10 minuti scolatela e strizzatela. Aggiungetela al composto, quando questo avrà raggiunto la temperatura di circa 50°. Togliete il baccello di vaniglia, incidetelo al centro con un coltello e fate scivolare i semi nel composto, quando si raffredda ulteriormente e arriva a circa 40°, aggiungete il cioccolato fondente sciolto a bagno maria. A questo punto montate la panna, ma non completamente e aggiungetela al composto, girando con forza.
La bavarese adesso e’ pronta: versatela su di un foglio sottile di pan di spagna, che potete inumididre con del latte o con una bangna alcolica. Potete utilizzare uno stampo per dargli la forma desiderata nel nostro caso era a forma di goccia. Riponete in freezer e iniziate a preparare la …

Mousse alle fragole
Prima di tutto bisogna mettete a mollo la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti. Pulite le fragole, tagliatele  in pezzi grossi e mettetele in un pentolino con lo zucchero.
Cuocete a bagnomaria fino a che lo zucchero non si sciogle. Aggiungete  la gelatina che avrete scolato ed strizzato. Passate e filtrate il tutto. Montate la panna e unite alla purea di fragole delicatamente. Versatela sullo strato al cioccolato livellatelo con una spatola  e lasciate nel congelatore per qualche ora.

Con il cioccolato sciolto a bagno maria ricoprite le fragole per la decorazione.

Magari per San Valentino non abbiamo fatto in tempo a pubblicare la ricetta, ma in ogni caso, tra un pochino, quando le fragole diventeranno di stagione e la temperatura sarà più mite potete sbizzarrirvi a decorare questo fantastico dolce in mille altri modi.
Eccone di seguito un’altra versione

Torta fragole e cioccolato

Torta fragole e cioccolato

E adesso un ultimo scatto prima di mangiarla tutta !!!!

sezione torta fragole e cioccolato

sezione torta fragole e cioccolato

“Con questa ricetta partecipo al contest Valentine’s Day Dessert di DULCIS IN FABULA”

Orzotto al curry con gamberi e zucchine

La preparazione del pranzo domenicale è stata abbastanza complessa, avevamo degli ospiti esigenti, dei veri buongustai con cui abbiamo trascorso una piacevole giornata. 🙂
Non potevamo proporre piatti scontati e a base di carne, a cui ogni tanto è giusto rinunciare, ma ricchi di gusto per stuzzicare e deliziarci.

Il menù prevedeva:
Zuppa di cavolo bianco con scampi
Orzotto al curry con gambeti e zucchine                                                                                 
Sformato di spinaci con cavolo rosso
Sufflè al cioccolato con gelato alla vaniglia e fragole

Orzotto al curry con gamberi e zucchineOrzotto al curry con gamberi e zucchine

Orzotto al curry con gamberi e zucchine

Prima di passare alla ricetta dell’orzotto al curry vi propongo alcune informazioni utili sull’orzo, un cereale poco utilizzato rispetto alle sue notevoli virtù infatti contiene sostanze è in grado di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e di attenuare la sensazione di fame, in quanto rimane a lungo nello stomaco, e per questo conferisce senso di sazietà e calma la fame “nervosa”. L’ orzo contiene anche fosforo ed è quindi utile a chi svolge un’attività intellettuale e per i soggetti nervosi. Ha inoltre una leggera azione sedativa.

Bando alle chiacchiere ecco ora gli ingredienti per 4 persone:
200 gr di orzo perlato
400 gr di gamberi
1 zucchina di media grandezza (tagliata a cubetti di mezzo cm)
150 gr di pomodori ramati (spellati e privi di semi)
100 ml di olio di oliva evo
curry in polvere (la quantità dipende dal gusto)
Mazzetto di prezzemolo

Per cominciare mettete a bagno l’orzo in acqua per mezz’ora. Trascorso il tempo lavatelo e mettetelo in una casseruola con 1 litro d’acqua e cuocetelo per circa trenta minuti. Prima di scolarlo assaggiatelo per verificarne la cottura deve risultare morbido, ma avere consistenza. Pulite i gamberi elimininando il carapacio che servirà per preparare un brodo che usereme in un secondo momento. Per il bordo fate bollire il carapacio con una cipolla tagliata a pezzi, una carota, una costa di sedano ed i gambi di prezzemolo. Arrivato a bollore spegnete e filtrate.
Eliminate il budello dal gambero aiutandovi con uno stuzzicadente. Prendete una padella metteteci 50 ml d’olio, riscadatelo ed aggiungetevi la cipolla e l’aglio intero, ricordandovi di eliminarlo in un secondo momento, lasciate soffriggere aggiungeteci i gamberi econtinuate a soffriggere il tutto.
Sfumate con un un buon vino bianco, lasciatelo evaporare ed aggiungeteci le spezie, il pomodoro a dadini e le zucchine che avrete precedentemente saltato in olio. Unite l’orzo un bicchiere di brodo di pesce ed ultimate la cottura. Aggiustate di sale e pepe e servite con una manciata di prezzemolo tritato ed un filo d’olio. Per gli amanti del piccante un po’ di peperoncino è concesso, ma senza esagerare.

Tronchetto di tonno con mandorle e finocchietto in salsa d’arancia

Tronchetto di tonno

Tronchetto di tonno

San Valentino si avvicina e perchè non iniziare a festeggiarlo ? Un buon prosecco e l’antipasto che proponiamo sono gli ingredienti perfetti per una cena romantica o in buona compagnia. Il gusto del nostro tronchetto, intrigante e delicato, è ideale per ogni inizio … La preparazione è di media difficoltà, ma non spaventatevi perchè il risultato ripagherà l’impegno.

Ingredienti per 2 persone
400 gr di tonno in un unico trancio ( possibilmente delle dimensioni di un salame )
100 gr di mandorle tostate tritate grossolanamente
2 arance intere + 6 spicchi pelati a vivo
1 finocchio piccolo
100 ml di olio evo
sale
pepe

Mettete il tonno, rigorosamente freschissimo, a macerare con il succo delle 2 arance, sale e pepe qb e un filo d’olio per un paio d’ore.
Trascorse le due ore avvolgete il tonno nella carta da forno stringendolo per bene, se volete potete legarlo tipo arrosto facendo attenzione a non stringere troppo, nel frattempo accendete il forno a 70°, una volta arrivato a temperatura infornate per circa 20 minuti, cottura ideale per lasciare il tonno mordibo, succoso e comunque cotto.
Tagliate i finocchi con una mandolina il più sottile possibile, conditeli con olio e sale e parte delle mandorle e adagiateli al centro del piatto.
Nel frattempo tagliate il tonno in cilindri alti circa 3-4, cm e disponetelo sui finocchi.
Decorate la superfice del tonno con parte delle mandorle restanti e uno spicchio di arancia, con il resto delle mandorle sporcate tutto il piatto e decorate a piacere con gli altri 2 spicchi di arancia oppure con dei toccheti di zucchina spadellati sempre in olio.
Condite il piatto con un’emulsione di olio e succo d’arancia.
Buon proseguimento !!!

Millefoglie

Millefoglie

Millefoglie

Chi non ha mai mangiato una millefoglie? Penso che nessuno abbia mai resistito alla tentazione
di addentarne un bel pezzo quando se ne presenta l’occasione.

Ecco gli ingredienti per una torta per 10 persone
500 gr di pasta sfoglia
1 litro di latte intero
250 gr di zucchero
100 gr di amido di riso
300 gr di tuorli d’uova
100 ml di panna fresca liquida
1 baccello di vaniglia
la buccia grattuggiata di un limone(solo la parte gialla)
100 gr scaglie di cioccolato fondente
100 gr di zucchero a velo

La ricetta di una classica millefoglie è abbastanza semplice, ma nasconde qualche insidia…
Per ottenere un risultato perfetto, cioè croccante al punto giusto bisogna prima di tutto bisogna dividere il panetto di sfoglia in tre parti uguali e stenderla sottile, bucherellarla in maniera uniforme, spennellarla con rosso d’uovo e spolverarla con lo zucchero a velo. La cottura va fatta in forno a 180° per 15 minuti circa.
Per la crema pasticcera bisogna cuocere in una pentola il latte, la panna,la buccia del limone.
Incidete la bacca di vaniglia nel centro ed estraete i semi, aggiungeteli ai tuorli mentre la bacca rimasta la metterete nel latte.
Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero prima e poi aggiungete l’amido.
Versate il latte nel composto in tre momenti, rimettete la crema sul fuoco e riportate a bollore.
Distribuite la crema in una teglia grande per farla rafreddare velocemente.
Ricordatevi di togliere il baccello dalla crema.
Quando la crema è fredda mettetela in una sac à poche e distribuite la crema sul primo foglio appoggiate il secondo foglio fate pressione con le mani sul foglio. Distribuite la crema sul secondo foglio aggiungete le scaglie di cioccolato chiudete con l’ultimo foglio.
Mettete un peso ( magari una teglia ) sulla torta per una decina di minuti in maniera tale da renderla compatta.
Tagliate i bordi in eccesso con un coltello a sega e spolverate con zucchero a velo.
Riponete in frigo, il dolce è pronto da mangiare